È in corso in questi giorni e andrà avanti fino al 2 novembre, presso la sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Chicago, la tappa americana della Mostra itinerante del Premio Dedalo Minosse. Promosso con cadenza biennale da ALA – Assoarchitetti e dalla Regione Veneto, il Premio Internazionale Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura è stato fondato nel 1997 ed è giunto ormai alla decima edizione. L’appuntamento promuove la qualità dell'architettura, analizzando e ponendo l'accento sul processo progettuale e costruttivo e sulle figure che determinano il successo dell'opera: l'architetto e il committente, con al loro fianco gli esecutori (le imprese) e i decisori (le pubbliche amministrazioni).

 

La tappa di Chicago è realizzata con il supporto di Fondazione Inarcassa e si svolge in concomitanza con la presenza di una delegazione di circa 40 tra architetti e ingegneri che parteciperà al “II Workshop internazionale” promosso dalla stessa Fondazione e che avrà inizio domani, 23 ottobre, per concludersi sabato 27. Oltre alla cerimonia di premiazione al Teatro Olimpico di Vicenza, ALA - Assoarchitetti allestisce una mostra delle opere vincitrici del Premio Dedalo Minosse a Palazzo Chiericati, uno degli edifici palladiani del centro storico di Vicenza.

La mostra itinerante è una sintesi dell’esposizione principale che si tiene a Vicenza e viaggia per il mondo, toccando diverse tappe per i due anni successivi, grazie ad accordi tra ALA Assoarchitetti, il Ministero degli Affari Esteri, gli Istituti Italiani di Cultura e Associazioni italiane e straniere. Le mostre itineranti, che hanno già toccato Parigi, Buenos Aires e Tokyo, sono occasione per esportare il premio e l'immagine dell'Italia, nonché per promuovere la cultura e la qualità dell’architettura nel mondo. Grazie alla collaborazione con Enti e Associazioni locali di architetti e di imprese, il Premio viene a coinvolgere non solo gli addetti all'architettura, ma un pubblico internazionale più vasto, costituito di committenti, investitori, amministratori e professionisti.

 

N.M.