Dire che c'è un pò di confusione è un eufemismo. Mercoledì 3 giugno torneranno i turisti internazionali in Italia, perché riapriranno gli aeroporti e i confini nazionali saranno riaperti ai Paesi UE. Nel frattempo, però, causa troppa movida nei centri storici di molte città, il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia ha tirato il freno a mano sulla riapertura della mobilità tra regioni lo stesso 3 giugno, precisando che "se continua così potrebbe servire più tempo".

Gli italiani non si sono comportati bene per il secondo week end consecutivo, e potrebbero essere "puniti" anche con 60mila nuovi assistenti civici per tenere a bada gli assembramenti. 

L'ossimoro è dunque dietro l'angolo. Klaus Kreuzburg (nome di fantasia) da Amburgo atterrerà a Roma Fiumicino per fare il suo Triplete: Roma, Firenze e Venezia. Ma potrà solamente visitare la Capitale e continuare a sognare gli Uffizi, San Marco e Rialto.

E' normale che il Governo alla luce della Repubblica degli Aperitivi metta un pò di sale sulla coda dei supergiovani che la App Immuni la vorrebbero tatuata sulla spalla destra. Ma chiudere i confini regionali e aprire quelli nazionali sa molto di barzellleta. E Klaus fa molto poco ridere.

Salvate il soldato Klaus!

 

Paolo Bozzacchi