Una netta vittoria fuori casa. Che dà morale per scalare ancora la classifica. E' questa la sintesi dei risultati delle elezioni regionali in Umbria, dove la Lega di Matteo Salvini e Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni sono i vincitori più netti della partita. La Lega fa segnare un maiuscolo e inequivocabile 37%, mentre Fratelli d'Italia va in doppia cifra (quansi doppiando Forza Italia) e porta a casa il 10,4%. Ha ragione il Premier Giuseppe Conte che il voto in Umbria rappresenta solamente il 2% della popolazione, ed è un test che non va sopravvalutato per considerazioni attinenti al governo nazionale. Ma verrrà ricordato come il naufragio (appena lasciato il porto) dell'alleanza sul territorio tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle. Un naufragio che di fatto apre strade più larghe e agevoli per la Lega e il Centrodestra nei prossimi appuntamenti elettorali a livello regionale: Emilia Romagna a gennaio e Calabria in primavera. 

Se vincere in Umbria significa colorare di verde una storica roccaforte rossa italiana, conquistare l'Emilia-Romagna avrebbe un sapore molto più deciso, anche per il gusto dei piatti che il Governo nazionale sta servendo al Paese. Alle scorse elezioni emiliane del 2014 il Partito Democratico ha ottenuto il 44,5% dei voti, ma la Lega poteva già contare sul 19,42%. E di questo numero pochi si ricordano oggi. Mentre il Movimento 5 Stelle ottenne il 13,4%. Anche senza alleanza Pd-M5S la scalata non sarà facile. Non come in Umbria, dove la giunta regionale era implosa per scandali legati alla sanità. La Lega non potrà perciò contare sul malcontento momentaneo, e neanche su l'inefficienza dei servizi che invece in Emilia sono di alta qualità (sanità e scuola su tutti). A occhio e croce Salvini punterà nuovamente sulla presenza fisica sul territorio (in Umbria ha dato tanto durante la campagna elettorale in questo senso), sul lavoro che manca e sull'immigrazione massiccia nella regione.

 

 

 

Stefano Bonaccini
Eletto presidente
615.723 49,05 Partito Democratico 535.109 44,52 29
Sinistra Ecologia Libertà 38.845 3,23 2
Emilia-Romagna Civica (SC-Verdi-PSI) 17.984 1,49 -
Centro per Bonaccini (CD-DemoS-IdV) 5.247 0,43 -
  Alan Fabbri
Eletto consigliere
374.736 29,85 Lega Nord 233.439 19,42 9
Forza Italia 100.478 8,36 2
Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale 23.052 1,91 1