Sgombriamo il campo. Di sicuro c'è solo un pipistrello. In queste ore si è ufficialmente aperta la caccia all'Ospite Intermedio, cioè all'elemento di passaggio del Covid19 da un pipistrello (confermato anche dall'OMS) a noi esseri umani.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità è molto cauta. Per ora ha solo confermato che "il Sars-Cov-2 è di origine animale", per bocca del responsabile tecnico Maria Van Kerkhove- "Di tutte le prove viste finora, più di 15milasequenze genetiche, riteniamo che questo virus sia di origine animale. C'è un legame con in pipistrelli, dobbiamo capire l'ospite intermedio".

Intanto, però, c'è chi si è portato avanti con la ricerca. E' il Segretario di Stato USA Mike Pompeo, che ieri ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno le prove che il virus sarebbe stato creato in un laboratorio cinese. Dunque per gli USA l'ospite (indesiderato) intermedio tra i pipistrelli e gli umani sarebbe il Governo di Pechino.

L'OMS ha messo in guardia dal confondere la necessità scientifica di capire dove il virus abbia avuto origine col calcolo politico di incolpare la Cina per la sua diffusione. "Siamo in grado di trovare le risposte insieme", ha chiosato il Responsabile dell'emergenza Mike Ryan, "se questo è proiettato come un'indagine aggressiva di illeciti allora credo che il lavoro sarà più difficile. Questo è un problema politico, non scientifico".

La chiave di tutto è l'ospite intermedio. Se verrà provato che è stato un cane randagio piuttosto che un pangolino bene. Altrimenti teniamoci pronti a un surriscaldamento della temperatura delle relazioni USA-Cina con dirette conseguenze negative sui dazi commerciali internazionali e sulla nostra economia. 

 

Paolo Bozzacchi