I dati presentati da Assaeroporti - l'associazione che rappresenta una larga parte del sistema aeroportuale italiano - circa le presenze negli aeroporti italiani nel 2018 fa segnare un record, +5,9% rispetto all’anno precedente. I nostri aeroporti, o piuttosto il nostro sistema di trasporto su aereo, funziona bene con picchi di buoni risultati al sud avvicinandosi sempre più a quota 200 milioni avendo fatto fermare l’asticella dell’anno appena conclusosi a quota e nel 2018 hanno superato i 185,7 milioni di viaggiatori.

In termini di traffico passeggeri, si posizionano, tra i primi 10 aeroporti italiani, gli scali di: Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Bergamo, Venezia, Catania, Napoli, Milano Linate, Bologna, Palermo e Roma Ciampino. Crescono a doppia cifra gli aeroporti di Genova (16,5%), Napoli (15,8%), Palermo (14,8%), Bolzano (14,3%), Verona (11,6%) e Milano Malpensa (11,5%). Sempre in riferimento ai passeggeri trasportati, si segnalano, infine, i risultati raggiunti dal sistema aeroportuale romano (Fiumicino e Ciampino) con 48,8 milioni, dal sistema aeroportuale milanese (Malpensa e Linate) con 34 milioni, dal polo aeroportuale del Nord Est (Venezia-Treviso-Verona-Brescia) con 18, dal sistema della Sicilia orientale (Catania e Comiso) con 10,4 milioni, dal sistema aeroportuale toscano (Pisa e Firenze) con 8,2, dalla rete aeroportuale pugliese (Bari, Brindisi, Foggia e Taranto) con 7,5 milioni e dal sistema aeroportuale calabrese (Lamezia Terme, Reggio Calabria e Crotone) con 3,2. Riguardo ai movimenti aerei, che ammontano complessivamente a 1.600.873, si conferma il trend di crescita, +3,1% rispetto al 2017, favorito principalmente dall’incremento delle destinazioni internazionali, + 5,1%, ed in particolare da quelle extra UE,+ 9,2%. Una leggera flessione si registra, invece, per il traffico cargo, con un totale di 1.139.752,76 tonnellate di merci movimentate nel 2018 e con una contrazione dello 0,5%.

Chi invece fa segnare una leggera flessione è il traffico cargo, che si attesta a 1,1 milioni di tonnellate di merce trasportata, con una lieve flessione dello 0,5% dovuta al rallentamento dell’economia mondiale. A Tal riguardo come primi 10 aeroporti per volumi di merce trasportata nel 2018 si attestano gli scali di: Milano Malpensa (572,8 mila tonnellate), Roma Fiumicino (205,9 mila tonnellate), Bergamo (123 mila tonnellate), Venezia (68 mila tonnellate), Bologna (52,7 mila tonnellate), Brescia (23,8 mila tonnellate), Roma Ciampino (18,3 mila tonnellate), Milano Linate (12,6 mila tonnellate), Napoli (11,7 mila tonnellate) e Pisa (11,6 mila tonnellate). 

Il trasporto aereo nel nostro Paese continua dunque a crescere a tassi sostenuti e superiori alla media europea, con un’incidenza del settore sul PIL nazionale del 3,6%. L’evoluzione del traffico aereo dei prossimi anni sarà inoltre rapidissima: le stime IATA prevedono il raddoppio dei passeggeri mondiali nei prossimi due decenni.